Archivi tag: sweden

The Late Call

The Late Call è il moniker di Johannes Mayer, artista folk-pop svedese spesso accompagnato da altri musicisti; tra un paio di settimane esce il suo ultimo disco You Already Have Home via Tapete Records. La ricetta è convincente, pur non toccando vette di originalità: chitarre acustiche e una voce morbidissima e back vocals che ricordano un po’ i Kings Of Convenience (se ascoltate Nevermore capirete). Il disco sarà disponibile dall’8 Ottobre, ma è già in pre-order. Sul myspace e sulla pagina dell’etichetta si possono ascoltare diversi brani.

Annunci

News #6 [probabilmente]

I Morning Benders, il cui Big Echo è probabilmente tra i dischi più del 2010, fanno una cover di Ram On, brano di Paul McCarteny: si scarica qui [via gorrilvsbear] ed è molto, molto bella.

Così come è bello il video dei Concretes, dal singolo All Day.

Vodpod videos no longer available.

Pronti per l’inverno?

Mentre scrivo, leggo che i Numero 6 hanno messo su un ep da scaricare (il prezzo è up to you, ovvero anche gratis). Scaricate, ascoltate ed eventualmente condividete pure. Si intitola Extended Play 2010.

Da Stoccolma, pensa tu, arrivano i The Mare, band tweepop che è un’antologia di luoghi comuni dell’indiepop (nella fattispecie, svedese); escono per la neonata Leopard Up A Tree con un ep dal titolo I’m So Happy e io sto per vomitare. Obiezione: allora che ne parli a fare? Risposta: è da due mesi che non posto niente.

Vodpod videos no longer available.

La discografia dei Fireflies su Bandcamp. Gratis.

Ho iniziato ad aascoltare l’ep dei Numero 6, per cui ciao!

Scouting: Gender Loyalties

Non ho idea di chi siano i Gender Loyalties; neppure il buon Eardrums sembra conoscerli. Mi limito a segnalarli dal momento che il loro ep – in free download su bandcamp – è un gradevole e curato folkpop che potrebbe piacere ai lettori di questo blog (come al sottoscritto, evidentemente). Fine Art, il primo brano dell’ep, è un pezzo molto bello: dreamy quanto basta, con quella piccola fisarmonica (bandoneon?) che fa tanto Francia. In questo momento mi ricordano qualcosa in particolare, di già sentito…ma ho un vuoto: vi venisse in mente, scrivete pure.

Irene: The Catcher In The Rye

Era un po’ che non sentivo parlare degli Irene, band svedese della Labrador, che anni fa ha inciso dei dischi abbastanza “carini” (del tutto in linea con lo stile indie/dreamy/pop di quelle parti lì). Ebbene, ho appena saputo che gli Irene hanno messo giù un pezzo dal titolo The Cathcer In The Rye, ovvero il titolo del romanzo di J.D. Salinger tradotto in Italia con il titolo Il giovane Holden. Quanto io sia affezionato a quel romanzo è banale scriverlo ma, ecco, mi sembrava opportuno segnalarvi questo tipo di coincidenza dal momento che – ne sono sicuro – gran parte di voi è affezionata al giovane Holden.

IreneThe Catcher In The Rye

Nuovo singolo per i Pallers

La sempre amata Labrador Records ha messo in free download un nuovo singolo dei Pallers; il disco uscirà il 26 di Maggio. Per chi non li conoscesse si tratta di dance music for the lazy, the blazers and for the slightly depressed.

PallersThe Kiss

news #7

Notizie in breve. Due nuovi brani dei JJ – di cui avevamo parlato qui e qui che ormai non sono più “the next” big thing ma “big thing” e basta – disponibili in streaming su GorillaVsBear; si tratta di Pure Shores e The Truth. Qui sotto, invece, il video di July Flame, title track dell’ultimo disco di Laura Veirs, al momento tra i migliori ascolti ’10,

Vodpod videos no longer available.