Archivi tag: indiepop

Are We Lovers Or Are We Friends?

Ecco la notizia per tornare a scrivere! C’è un nuovo singolo degli Acid House Kings pronto per essere scaricato, ascoltato e inserito nei monthly mix. Si intitola Are We Lovers Or Are We Friends e – oltre ad essere una frase che riassume parte della mia adolescenza – è un singolo molto bello, ovvero quello che ci si aspetta dagli AHK. Per chi non li conoscesse, sto parlando di una delle indiepop band di “riferimento”, è svedese e ha fatto un bel po’ di bei dischi. Adesso i miei “amici reali” sanno perché ho una bandiera della Svezia come sfondo sul cellulare.

Acid House KingsAre We Lovers Or Are We Friends [via Tram7]

Annunci

Tiny Fireflies per EardrumsPop

Da qualche tempo Eardrums è anche una netlabel e pochi giorni fa è uscito il primo singolo ufficiale della EardrumsPop. Si tratta di tre pezzi dei Tiny Fireflies (di cui il terzo, però, è una cover di End Of The World di Skeeter Davis). La filosofia che c’è dietro insiste sul condividere le capacità di ciascuno (chi fa la copertina, chi mette mano ai pezzi, chi cura l’uscita) e diffonderle in modo massivo sul web.

Qui si trova un bel paccheto zip con tutto quanto.

Nuovo disco per i Trembling Blue Stars

tbs

È disponibile sullo store della cara (soprattutto nel senso che i dischi costano troppo) Elefant Records l’ultimo disco dei Trembling Blue Stars, band a tutti nota e il cui leader è quel Bobby Wratten che ai tempi era nei Field Mice. Il disco, doppio cd, si chiama Fast Trains And Telegraph Wires e si può ascoltare in streaming su Deezer.

news #7

I Bordeauxxx (spero di aver messo tutte le “x”) sono una band londinese di college-pop, fresco e pettinato; il loro ultimo lavoro è un ep dal titolo Mother’s Ruin, liberamente scaricabile dalla loro pagina su bandcamp.

Apprendo con letizia che è uscito, anche da un po’, Cloak And Cipher, il nuovo disco dei Land Of Talk, a proposito dei quali avevo scritto qualche tempo fa. Elizabeth Powell è la romanticamente energica leader della band. Del loro sound apprezzo soprattutto lo spessore del songwriting della Powell, la cui forza e personalità spiccano con naturalezza in ogni pezzo.

Land Of TalkQuarry Hymns [via Pitchfork]

News #6 [probabilmente]

I Morning Benders, il cui Big Echo è probabilmente tra i dischi più del 2010, fanno una cover di Ram On, brano di Paul McCarteny: si scarica qui [via gorrilvsbear] ed è molto, molto bella.

Così come è bello il video dei Concretes, dal singolo All Day.

Vodpod videos no longer available.

The Aislers Set

Capita di trovare qualche perla – o quasi tale – cincischiando tra i dischi in “will”, cartella sempre troppo piena sul mio desktop. In ogni caso. Sto ascoltanto The Last Match, disco del 2000, dei The Aislers Set. La band sostanzialmente si rifà alla serie c-86, agli Smiths e insomma a quell’ambiente così fieramente anni ’80 da sembrare, talvolta, anacronistico. Il disco è bello e tra tutti pezzi consiglio di inserire nelle playlist Chicago New York, che a me sembra però un pezzo dei Belle And Sebastian e non ho ben capito cosa ci faccia lì. Dopo una rapidissima ricerca su google (“google before you post!”), ho capito che anche secondo i Camera Obscura, quel pezzo è la cosa migliore della band. In calce il brano nelle due versioni.

Vodpod videos no longer available.

Vodpod videos no longer available.

qui l’mp3 con la cover dei Camera Obscura

p.s.

ecco cosa ne scrive l’idolo Scaruffi [solo io non li conoscevo?]

Pronti per l’inverno?

Mentre scrivo, leggo che i Numero 6 hanno messo su un ep da scaricare (il prezzo è up to you, ovvero anche gratis). Scaricate, ascoltate ed eventualmente condividete pure. Si intitola Extended Play 2010.

Da Stoccolma, pensa tu, arrivano i The Mare, band tweepop che è un’antologia di luoghi comuni dell’indiepop (nella fattispecie, svedese); escono per la neonata Leopard Up A Tree con un ep dal titolo I’m So Happy e io sto per vomitare. Obiezione: allora che ne parli a fare? Risposta: è da due mesi che non posto niente.

Vodpod videos no longer available.

La discografia dei Fireflies su Bandcamp. Gratis.

Ho iniziato ad aascoltare l’ep dei Numero 6, per cui ciao!