Archivi categoria: news

Are We Lovers Or Are We Friends?

Ecco la notizia per tornare a scrivere! C’è un nuovo singolo degli Acid House Kings pronto per essere scaricato, ascoltato e inserito nei monthly mix. Si intitola Are We Lovers Or Are We Friends e – oltre ad essere una frase che riassume parte della mia adolescenza – è un singolo molto bello, ovvero quello che ci si aspetta dagli AHK. Per chi non li conoscesse, sto parlando di una delle indiepop band di “riferimento”, è svedese e ha fatto un bel po’ di bei dischi. Adesso i miei “amici reali” sanno perché ho una bandiera della Svezia come sfondo sul cellulare.

Acid House KingsAre We Lovers Or Are We Friends [via Tram7]

Tiny Fireflies per EardrumsPop

Da qualche tempo Eardrums è anche una netlabel e pochi giorni fa è uscito il primo singolo ufficiale della EardrumsPop. Si tratta di tre pezzi dei Tiny Fireflies (di cui il terzo, però, è una cover di End Of The World di Skeeter Davis). La filosofia che c’è dietro insiste sul condividere le capacità di ciascuno (chi fa la copertina, chi mette mano ai pezzi, chi cura l’uscita) e diffonderle in modo massivo sul web.

Qui si trova un bel paccheto zip con tutto quanto.

Nuovo disco per i Trembling Blue Stars

tbs

È disponibile sullo store della cara (soprattutto nel senso che i dischi costano troppo) Elefant Records l’ultimo disco dei Trembling Blue Stars, band a tutti nota e il cui leader è quel Bobby Wratten che ai tempi era nei Field Mice. Il disco, doppio cd, si chiama Fast Trains And Telegraph Wires e si può ascoltare in streaming su Deezer.

And now…who’s your new professor?

La mia conversione a nuovi generi di musica ha una storia precisa, fatta di dischi, di nomi, di persone in carne ed ossa. Tra i personaggi, in questo caso abbastanza “di contorno”, che hanno accompagnato le mie prime incursioni musicali c’è sicuramente Sam Prekop. Ricordo benissimo che in una qualche compila, comunque in una delle prime esperienze di “wrapped up in”, c’era Who’s Your New Professor, titolo di un suo disco del 2005. Grazie al sempre ottimo Said The Grammophone, vengo a sapere che esce un suo nuovo album dal titolo Old Punch Card, ed è subito madeleine.

Sam PrekopThe Silhouettes (via STG)

[dimenticavo: Sam suona anche nei The Sea And Cake, lo ammetto: mi era sfuggito]

news #7

I Bordeauxxx (spero di aver messo tutte le “x”) sono una band londinese di college-pop, fresco e pettinato; il loro ultimo lavoro è un ep dal titolo Mother’s Ruin, liberamente scaricabile dalla loro pagina su bandcamp.

Apprendo con letizia che è uscito, anche da un po’, Cloak And Cipher, il nuovo disco dei Land Of Talk, a proposito dei quali avevo scritto qualche tempo fa. Elizabeth Powell è la romanticamente energica leader della band. Del loro sound apprezzo soprattutto lo spessore del songwriting della Powell, la cui forza e personalità spiccano con naturalezza in ogni pezzo.

Land Of TalkQuarry Hymns [via Pitchfork]

The Late Call

The Late Call è il moniker di Johannes Mayer, artista folk-pop svedese spesso accompagnato da altri musicisti; tra un paio di settimane esce il suo ultimo disco You Already Have Home via Tapete Records. La ricetta è convincente, pur non toccando vette di originalità: chitarre acustiche e una voce morbidissima e back vocals che ricordano un po’ i Kings Of Convenience (se ascoltate Nevermore capirete). Il disco sarà disponibile dall’8 Ottobre, ma è già in pre-order. Sul myspace e sulla pagina dell’etichetta si possono ascoltare diversi brani.

News #6 [probabilmente]

I Morning Benders, il cui Big Echo è probabilmente tra i dischi più del 2010, fanno una cover di Ram On, brano di Paul McCarteny: si scarica qui [via gorrilvsbear] ed è molto, molto bella.

Così come è bello il video dei Concretes, dal singolo All Day.

Vodpod videos no longer available.